Tabellino finale - Il cammino delle finaliste - Statistiche

SPECIALE CARLING CUP 2005/06

La 45a edizione della coppa di lega inglese ha visto il trionfo del Manchester United che ha battuto in finale la rivelazione dell'anno: la matricola Wigan.
In una stagione da dimenticare per i red devils, fuori al primo turno di Champions League, eliminati al quinto turno di FA Cup dagli arcirivali del Liverpool e staccati di ben dodici punti dalla vetta al momento di disputare la finale del 26 febbraio al Millenium Stadium di Cardiff, il Man U si prende la sua piccola rivincita dominando dall'inizio alla fine questa competizione fino alla netta affermazione per quattro a zero in finale.
Delusione solo parziale per l'altra finalista che al suo prima anno in Premiership riesce a raggiungere, oltre che le parti alte della classifica, la vetrina della finale di Carling Cup, collezionando anche vittime illustri come l'Arsenal, il Bolton e il Newcastle.
Grande spettacolo e emozioni offrono le due semifinali da giocare, caso unico in Inghilterra, con una andata e un ritorno, tra Il Man UTD e il Blackburn, e tra il Wigan e l'Arsenal. Nella prima l'equilibrio è stato forte con il pareggio 1 a 1 in casa del Blackburn.Nel ritorno Van Nistelrooy porta dopo soli otto minuti in vantaggio la squadra di casa. Ma il pareggio di Reid al 32' rimetteva la situazione in totale parità. Bisognerà aspettare il 51' per vedere lo United tornare in vantaggio grazie al gol di Saha che vale anche la qualificazione alla finale.
Ancora più tirata l'altra semifinale. Un gol del nuovo arrivato dal mercato di gennaio, Scharner, piega l'Arsenal per 1 a 0. Ad Higbury la situazione sembrava essere tutta a favore dei gunners: l'Arsenal equilibrava lo scontro con un gol del solito Henry al 65' che portava ai tempi supplementari. E al 108 minuto Van Persie sembrava aver dato la finale alla squadra di Wenger in una riedizione minore della finale di Fa Cup dell'anno scorso. Ma l'imprevisto era dietro l'angolo: una dormita colossale della difesa londinese permetteva a Roberts di siglare il gol qualificazione al 119 minuto!
Tutta altra storia nella finale dominata dall'inizo alla fine dal Manchester. Mattatore della sera e man of the match è Wayne Rooney che prima scheggia l'incrocio dei pali di testa su cross di Ronaldo e poi trova il gol al 33' su svarione della difesa del Wigan. Nella ripresa gli avversari cercano di recuperare lo svantaggio esponendosi cosi, però, al micidiale contropiede dello United: su fuga di Ronaldo sulla fascia destra arriva il raddoppio di Saha al 55'. Altri due gol nei soli 5 minuti successivi chiudono l'incontro , uno di Cristiano Ronaldo e l'atro di Rooney, che poco dopo sfiorava la tripletta, mai riuscita in una finale di League Cup.